Origano una Spezia che parla italiano e una Protezione contro le infezioni

origano italiano pianta secco macinato

Origano una Spezia che parla italiano e ci protegge dalle infezioni

Indice:

L’Origano parla italiano. Soprattutto grazie alla sue pizze famose in tutto il mondo su cui questa spezia viene spesso utilizzata. Vi sfido a trovare una pizzeria o un ristorante italiano in cui non siano presenti barattoli stracolmi di foglie secche di origano. l’Origano è quindi sinonimo di Italia e di Italiano ma soprattutto di cucina italiana: lasagne, pizza e persino il pane all’aglio non potrebbero essere considerati italiani senza l’origano. Tuttavia, il paese numero uno dell’origano non è l’Italia ma bensì la Turchia, la quale ogni anno esporta 20 tonnellate di origano. I turchi stessi ne adoperano mille tonnellate all’anno, e non solo perché ne amano il sapore. Il popolo turco crede fermamente nel potere curativo di questa spezia.

Origano Italiano. Lotta alle infezioni

Se vi collegate ad una banca dati scientifica e digitate la parola Origano, vi verranno restituiti innumerevoli studi che comprovano l’efficacia dell’impiego terapeutico di questa spezia così come avviene nella tradizione turca.

I componenti principali dell’olio di Origano sono il carvacrolo e il timololo, potenti antibatterici, antivirali, antimicotici e antiparassitari.

Leggi tutto

Condividi:

Galanga una spezia dalla Thailandia per la nostra salute

galanga spezia salute thailandia radice povere pianta

Galanga una spezia dalla Thailandia per mantenerci in salute

Indice:

Galanga una spezia dalla Thailandia che ci mantiene in salute e ci regala un pizzico di piccantezza in più alla nostra cucina. Se amate la cucina della Thailandia vi sarete senz’altro imbattuti nella Galanga una spezia parente dello zenzero che oltre a mantenerci in buona salute è un gusto classico della cucina Thai. Senza la Galanga il cibo thailandese non avrebbe quel gusto particolare e immediatamente riconoscibile. Benché i cinesi preferiscano lo zenzero, i thailandesi preferiscono il sapore della Galanga, molto simile a quello dello zenzero ma con una punta di piccante che penetra fin dentro le narici. Il suo impatto al palato è simile a quello del peperoncino ma senza il suo bruciore persistente. Di fatto, la Galanga in Asia è meglio conosciuta come medicina. I guaritori della medicina tradizionale l’hanno da sempre utilizzata per trattare artrite, affezioni cutanee, disturbi digestivi, diabete e persino il cancro.

Galanga. Un sollievo per l’artrite

Le qualità terapeutiche della Galanga derivano da un particolarissimo insieme di composti antinfiammatori che vanno sotto il nome di acetati. Non sorprende che possa essere quindi efficace in una malattia infiammatoria molto diffusa come l’artrite.

Leggi tutto

Condividi:

Cardamomo una spezia a guardia dello stomaco e della digestione

cardamomo fiore e polvere

Cardamomo una spezia che aiuta la digestione

Indice:

Il Cardamomo è antico quanto la civiltà ed è sinonimo di buona digestione. Da sempre è stato e continua ad essere una delle spezie più costose al mondo. Verso la fine del Medioevo, nel tardo XVI secolo quando il prezzo di tutte le spezie era salito alle stelle, il cardamomo era tra le più care. Una manciata di capsule costava l’equivalente del salario di un intero anno per un povero, ma i ricchi europei ne pagavano volentieri il prezzo per via delle sue virtù medicinali e culinarie in particolare per la digestione, il dolore e gli spasmi gastrici. Non sorprende, dunque, che sia noto come regina delle spezie là dove il pepe ne è il re.

Cardamomo. Un aiuto per la digestione

L’aroma e il sapore del cardamomo, delicatamente piacevole e unico nel suo genere, è riconducibile al ricco contenuto di oltre 25 oli volatili, i composti di origine vegetale che ne conferiscono la fragranza. In campo officinale il più attivo è il cineolo dalle proprietà antiossidanti presente anche nell’alloro.

Leggi tutto

Condividi:

Anice il digestivo per eccellenza

anice semi

L’Anice il digestivo per eccellenza

Indice:

L’Anice come digestivo. Se mettete piede nell’osteria di un piccolo villaggio lungo le coste del Mediterraneo vedrete degli anziani intenti a sorseggiare bevande a base di Anice. Si tratta perlopiù di digestivi tradizionalmente utilizzati per calmare i dolori di stomaco e facilitare la digestione. Ad esempio il Pastis in Francia, l’Ouzo in Grecia ed il Raki in Turchia. Gli scienziati hanno scoperto che il composto spasmolitico presente in codesta spezia è l’anetolo. Questo rappresenta l’ennesimo fattore a vantaggio della dieta mediterranea che la rende uno dei regimi alimentari più salutari al mondo.

Anice. Un rilassamento che nasce dall’interno

Se si osservano questi uomini immersi nel loro rituale a metà giornata, è evidente che appaiono contenti e rilassati, contenti di godersi la reciproca compagnia. Tale rilassamento tuttavia si esplica anche all’interno dell’organismo. la ricerca ha dimostrato che l’anetolo rilassa il sistema nervoso parasimpatico deputato al controllo della muscolatura del tratto digerente. Di fatto quando gli scienziati riscontrarono le proprietà calmanti dell’Anice, dichiararono che l’effetto rilassante legittima l’utilizzo di tale spezia nella medicina popolare.

Leggi tutto

Condividi:

Coriandolo un valido aiuto per i problemi intestinali

coriandolo in semi ed in polvere

Il Coriandolo. Un valido aiuto per i problemi di intestino

Indice:

Le foglie profumate della pianta del Coriandolo, che inglesi e spagnoli b cilantro, non costituiscono una spezia, bensì un’erba aromatica priva di proprietà terapeutiche particolari. Mentre sono i semi della pianta, singolarmente dolci che costituiscono la spezia, detta appunto Coriandolo e fanno davvero bene alla salute. Il Coriandolo è una delle spezie più antiche del mondo. Anche nella tomba di Tutankhamen si hanno notizie di questa curiosa presenza. Il Coriandolo è menzionato altresì nell’Esodo della Bibbia ed era già utilizzato come tale nella Grecia antica.

Coriandolo. Basta con il mal di pancia

Il Coriandolo è un classico rimedio per i disturbi intestinali. Vediamo quali:

  • Sindrome dell’intestino irritabile. Un’équipe di gastroenterologi ha studiato 32 persone affette dalla sindrome dell’intestino irritabile (IBS), un disturbo della digestione cronico. Gli esperti suddivisero i pazienti in due gruppi. Ad un gruppo venne somministrato del Carmin, un preparato contenente Coriandolo, l’altro ricevette un placebo. Dopo otto settimane i soggetti trattati con Carmin riferivano un miglioramento dei sintomi addominali tre volte superiore a quello del gruppo placebo. I risultati vennero pubblicati sulla rivista Digestive Diseases and Science.

Leggi tutto

Condividi:

Assafetida un leggendario antinfluenzale

assafetida finocchio fetido concime diavolo

Assafetida non solo un potente Antifluenzale

Indice:

L’Assafetida ti accoglie con il suo tipico odore solforoso. Socchiudere un barattolo di Assafetida in polvere può lasciare un aroma acre nell’aria per ore, ma fortunatamente si stempera con la cottura. Tutta via è questa sua peculiarità ciò che ha consentito a questa spezia di svolgere un ruolo leggendario durante la pandemia influenzale del 1918 negli Stati Uniti. L’influenza Spagnola altrimenti conosciuta come Grande Influenza devastò il mondo per quasi venti mesi uccidendo cento milioni di persone. In quel periodo migliaia di persone si aggiravano per le vie delle città portando un sacchettino di Assafetida legato al collo. Questo emanava un odore nauseabondo, e la speranza era che tenesse lontana sia l’infezione che gli infetti.

Assafetida alla riscossa?

Nel 2009 quando una nuova pandemia influenzale, quella suina, scoppiò in Messico per diffondersi in tutto il mondo, alcune équipe di ricercatori in Egitto e Taiwan analizzarono rapidamente la maleodorante spezia per capire se poteva essere un degno avversario contro l’influenza suina. L’Assafetida uccise il virus più efficacemente dell’amantadina (Symadine), uno degli antivirali prescritti per il trattamento di tale affezione.

Leggi tutto

Condividi:

I semi di Senape garanzia di buona Salute

Senape Salsa Semi Fiori e Pianta

I semi della Senape come garanzia di una buona Salute

Indice:

I Semi di Senape nonostante le loro piccole dimensioni, appena due millimetri e mezzo di diametro, ricoprono da sempre un ruolo simbolicamente importante nella religione. Gesù affermava che basta avere una fede grande quanto un granello di Senape per riuscire a smuovere le montagne. Buddha usava il seme di questa spezia come misura dell’eternità. Egli paragonava il tempo infinito di un ciclo cosmico al tempo necessario per spostare un enorme cumulo di semi di senape muovendo un solo seme ogni cento anni. Il Corano dice che, nel Giorno del Giudizio, si dovrà rendere conto di ogni azione, fosse anche del peso di un granello di senape.

I Semi di Senape. La Squadra Anti-Cancro

I protagonisti principali sono i glucosinolati, composti fitochimici rilasciati dalle crocifere quando tali verdure vengono masticate nonché dai semi di senape quando vengono spezzati o posti a macerare. L’isotiocianato di allile, un prodotto secondario dei glucosinolati, oleoso e pungente, è responsabile della caratteristica piccantezza. Ma anche di molte delle proprietà terapeutiche attribuite a questi semi. Proprietà riscontrate altresì in altre due crocifere: il Rafano ed il Wasabi.

Leggi tutto

Condividi:

Il Pimento un medicamento completo

pimento pepe garofanato giamaica

Pimento. Un medicamento completo

Indice:

Il termine inglese per Pimento è ‘AllSpice’ che letteralmente significa tutte le spezie. Non esiste nome più indicato per una spezia il cui sapore ed aroma rassomiglia a quello di tante altre. Il Pimento ottenuto dalla pianta della Pimenta Dioica se sottoposto ad un test olfattivo alla cieca è stato più volte erroneamente identificato con la noce moscata. Ma anche con la cannella, il pepe nero, la bacca di ginepro ma soprattutto con i chiodi di garofano. La cosa non affatto strano in quanto questa spezia deriva il suo aroma da un olio volatile detto Eugenolo. La stessa sostanza che rende l’olio di chiodi di garofano un ben noto desensibilizzante. L’eugenolo tuttavia non è l’unico elemento a cui imputare la fama di spezia medicinale attribuita a questa bacca.

Esso contiene infatti oltre due dozzine di composti che esplicano una gamma di azioni terapeutiche ben più vasta. Così da renderlo un rimedio assolutamente versatile. La salute vien dalla Giamaica

La Salute vien dalla Giamaica

Se avete mai messo piede sull’Isola tropicale della Giamaica, avrete sicuramente conosciuto il Pimento nella sua massima espressione, cioè il Jerk, il vivace segreto dello stile culinario di questo paese. Il Pimento è ciò attribuisce brio al Jerk Chicken ed al Jerk Pork mentre i 10 peperoncini Scotch Bonnet contenuti in questa salsa infuocata sono ciò che conferisce al piatto la sua piccantezza.

Leggi tutto

Condividi: