Favetta – purea di fave

favetta zuppa farina di fave ricetta biotigullio5terre

La Favetta Ligure

Indice:

La favetta è un antico piatto ligure che sopravvive in rare trattorie di montagna, ma che possiamo facilmente preparare a casa al termine della stagione della raccolta della fave, dopo averle fatte essiccare e tritate finemente. La farina di fave, difficile da trovare al di fuori della nostra splendida regione, la si può preparare in casa polverizzando le fave secche con il mortaio o con un mixer oppure va ricercata nei negozi di granaglie o di alimenti naturali.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi della farina di fave, possibilmente a km0, come sopra descritto.

favetta ligure ricetta farina di fave Leggi tutto

Condividi:

Castagnaccio Ligure

il castagnaccio ligure ricetta biotigullio5terre

Il Castagnaccio Ligure

Indice:

Il Castagnaccio Ligure è un dolce antichissimo, che si cucina anche in diverse regioni, soprattutto in Toscana ed Emilia Romagna. Si cucinava un tempo in campagna sulle piastre bollenti o sulle stufe. In Liguria era considerato il dolce dei bambini, che per di più lo portavano a scuola avvolto nella carta per gustarlo durante la ricreazione. Tuttavia anche oggi può essere considerato un tipico dolce da merenda. Esiste una versione più semplice che prevede di mescolare i semi di finocchio con la farina di castagne e di irrorare la superficie prima della cottura solo con olio, senza pinoli e senza uvetta.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi della farina di castagne, possibilmente a km0, che potrete facilmente reperire anche presso i nostri amici:

farina di castagne biotigullio5terre Leggi tutto

Condividi:

Prebuggiun di Ne

prebuggiun di ne cavolo nero patata quarantina

Prebuggiun di Ne con patate e cavolo nero

Indice:

Preboggion è un termine della lingua ligure non traducibile letteralmente in italiano; esso deriva probabilmente dal verbo preboggî (in ligure), (prebugî, che significa “pre-bollire”), in senso culinario, quindi una sorta di “scottato da bollitura”. Il termine assume ancora diverse lavorazioni a seconda del luogo di preparazione: a Sori, significa “mescolanza”, in val D’Aveto e Val Trebbia indica un piatto a base di patate lesse condite con cipolle, mentre nella nostra Val Graveglia il termine indica un minestrone a base di ortaggi coltivati.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi delle ottime Patate Quarantine Bianche Genovesi, una varietà di patata coltivata nel genovesato e nelle aree immediatamente adiacenti, reperibile presso i nostri amici di BioTigullio5Terre:

Leggi tutto

Condividi:

Torta di Zucca

torta di zucca

Torta di Zucca

Indice:

La Torta di Zucca salata, è un piatto tipico della cucina ligure e in particolare quella Genovese, semplice da preparare e da un gusto appetitoso. Perfetta per la stagione autunnale ed invernale, tuttavia la si può cucinare anche durante il resto dell’anno siccome non stanca mai!

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi una bella Zucca genuina e naturale, che potete trovare presso i nostri amici:

Leggi tutto

Condividi:

Torta Baciocca

torta baciocca con patate

La Torta Baciocca

Indice:

Spesso una ricetta varia di zona in zona, mantenendo più o meno gli stessi ingredienti e spesso più di un paese se ne appropria la paternità. Nel caso della baciocca la diatriba fra ricette e paesi sfiora la faida familiare. Di casa in casa si sente “la vera ricetta è questa!“: le uova si, le uova no… la sfoglia sotto, la sfoglia sopra, la sfoglia no, l’aglio, la cipolla tanta …poca… quale sarà la verità? Anche le origini sono fantasiose: chi asserisce che le ragazze di paese più belle e brave nel comporla, fossero chiamate “baciocche“, chi dice che la sfoglia messa sotto sia di un impasto “matto” di farina e acqua e quindi “baciocco“. Il suo “areale” si sposta dal Levante ligure, all’Alta Val di Vara, ai confini con la Lunigiana a Prato SopraLaCroce, fino a spingersi nella Val Taro dove se ne fa un vero culto. Resta il fatto che le diverse versioni sono appunto diverse, fino a diventare una cosa completamente estranea una all’altra, fermo restando l’ingrediente principale: le Patate.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Noi di Biotigullio5Terre ci siamo ispirati alla ricetta di Lella, che ha imparato in Alta Val di Vara e che si differenzia poco da quella di Santa Maria del Taro dove da qui è trasmigrata.

Leggi tutto

Condividi:

Minestrone alla Genovese

minestrone alla genovese cucina ligure

Minestrone alla Genovese

Indice:

Quanto di più vero e popolare possa portare in tavola la Liguria, soprattutto in primavera, è Il Minestrone alla Genovese. Un gustoso piatto a base di verdure, che si uniscono in perfetta armonia. Tipico della città di Genova, che si differenzia, dal resto dei minestroni, per l’utilizzo del rinomato basilico.

Acquistiamo gli ingredienti principali

Serviranno le seguenti verdure: una melanzana, un cavolo cappuccio, due zucchine, aglio, basilico e 3 pomodori, la quale vi consigliamo di acquistare fresche o in posti di cui si conosce la provenienza (se siete dalle parti di Davagna, potete recarvi all’Azienda Agricola Ghinghinelli, altrimenti se siete di Brugnato – SP o di Chiavari – GE, potete passare da Targa Agnese, amici di biotigullio5terre). Inoltre vi serviranno 400 gr. di pasta, ideali sono i vermicelli, ma potete variare con tagliatelline, penne, maccheroni o riso, 60 gr. di fagiolini, 120 gr. di fagioli sgranati, 2 acciughe salate, 25 gr. di pinoli e infine 40 gr. di formaggio grattuggiato, metà sardo metà parmiggiano reggiano. Chi preferisce insaporire ulteriormente il minestrone, tra le verdure, può aggiungere le patate o la zucca gialla tagliate a cubetti, anche i funghi secchi di stagione sono ben accetti. Leggi tutto

Condividi:

Cima alla Genovese un ripieno di tradizione

cima alla genova un ripieno di tradizione genovese

Cima alla Genovese

Indice:

La Cima alla Genovese è una pietanza che, originariamente era considerata di recupero, col passare del tempo, poi, è diventata uno tra i piatti più ricercati della Cucina Ligure. La ricetta viene realizzata con una fetta di petto di vitello aperta su un lato, motivo per il quale viene detta tasca, e farcita con un ripieno a base di carne, pinoli, mollica di pane, piselliuova ed erbe aromatiche; il tutto viene poi lessato e può essere servito sia caldo che freddo.

Acquistiamo gli ingredienti principali

Occorre procurarsi: Pancetta e Polpa di Vitello, Poppa, mezza Cervella, un’Animella, Schienali, e un Testicolo, consigliamo di acquistare il tutto da Macellai di cui si conosce la provenienza della carne (se siete dalle parti della Val d’Aveto potete recarvi dall’Azienda Agricola Agrituristica Casaleggi, un’amica di biotigullio5terre). Infine: burro, parmigiano reggiano e brodo di carne, ma anche di verdure, uova, pinoli, maggiorana e spezie varie, pisellini e funghi secchi. Leggi tutto

Condividi:

Fainà – Farinata di Ceci

farinata di ceci

La Farinata di Ceci

Indice:

Quando la farina di grano era un lusso, fin dai tempi dei romani, ecco che nacque la farinata. Oggi storia antica e tradizione vissuta si fondono, per ritemprarci e legarci inesorabilmente alla cucina ligure, istintivamente popolare, fatta prima di tutto per i meno abbienti, ma apprezzata e ricercata da ogni ceto sociale.

Tipica Ricetta Ligure

E’ la brezza marina che percorre vicoli e attraversa caruggi, inebria la città con il profumo forte e personale, quasi afrodisiaco, della farinata.

Leggi tutto

Condividi: