Favetta – purea di fave

favetta zuppa farina di fave ricetta biotigullio5terre

La Favetta Ligure

Indice:

La favetta è un antico piatto ligure che sopravvive in rare trattorie di montagna, ma che possiamo facilmente preparare a casa al termine della stagione della raccolta della fave, dopo averle fatte essiccare e tritate finemente. La farina di fave, difficile da trovare al di fuori della nostra splendida regione, la si può preparare in casa polverizzando le fave secche con il mortaio o con un mixer oppure va ricercata nei negozi di granaglie o di alimenti naturali.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi della farina di fave, possibilmente a km0, come sopra descritto.

favetta ligure ricetta farina di fave Leggi tutto

Condividi:

La Pianta di Borragine

pianta di borragine

La Pianta di Borragine

Indice:

La pianta di Borragine è dotata di numerose proprietà. Aumenta la quantità di latte nelle puerpere, abbassa la pressione sanguigna, stimola le ghiandole surrenali, purifica il sangue, disintossica il fegato ed ha una funzione antidepressiva. Le sue molteplici proprietà la rendono preziosa anche in campo cosmetico e medicinale.

In medicina popolare si facevano infusi di fiori e foglie di borragine per combattere la tosse, le infiammazioni bronchiali e anche come diuretico. Molto importante contro l’invecchiamento delle pelle, la disidratazione, il cedimento dei tessuti e le unghie fragili è l’uso dell’olio di borragine che si ricava dalla prima spremitura a freddo del seme.

La zona di produzione

La pianta nasce spontanea ed in maniera perenna nell’intera regione Liguria, dalla pianura sino a 1000 m di altezza. Leggi tutto

Condividi:

Castagnaccio Ligure

il castagnaccio ligure ricetta biotigullio5terre

Il Castagnaccio Ligure

Indice:

Il Castagnaccio Ligure è un dolce antichissimo, che si cucina anche in diverse regioni, soprattutto in Toscana ed Emilia Romagna. Si cucinava un tempo in campagna sulle piastre bollenti o sulle stufe. In Liguria era considerato il dolce dei bambini, che per di più lo portavano a scuola avvolto nella carta per gustarlo durante la ricreazione. Tuttavia anche oggi può essere considerato un tipico dolce da merenda. Esiste una versione più semplice che prevede di mescolare i semi di finocchio con la farina di castagne e di irrorare la superficie prima della cottura solo con olio, senza pinoli e senza uvetta.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi della farina di castagne, possibilmente a km0, che potrete facilmente reperire anche presso i nostri amici:

farina di castagne biotigullio5terre Leggi tutto

Condividi:

Prebuggiun di Ne

prebuggiun di ne cavolo nero patata quarantina

Prebuggiun di Ne con patate e cavolo nero

Indice:

Preboggion è un termine della lingua ligure non traducibile letteralmente in italiano; esso deriva probabilmente dal verbo preboggî (in ligure), (prebugî, che significa “pre-bollire”), in senso culinario, quindi una sorta di “scottato da bollitura”. Il termine assume ancora diverse lavorazioni a seconda del luogo di preparazione: a Sori, significa “mescolanza”, in val D’Aveto e Val Trebbia indica un piatto a base di patate lesse condite con cipolle, mentre nella nostra Val Graveglia il termine indica un minestrone a base di ortaggi coltivati.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Procuratevi delle ottime Patate Quarantine Bianche Genovesi, una varietà di patata coltivata nel genovesato e nelle aree immediatamente adiacenti, reperibile presso i nostri amici di BioTigullio5Terre:

Leggi tutto

Condividi:

Torta Baciocca

torta baciocca con patate

La Torta Baciocca

Indice:

Spesso una ricetta varia di zona in zona, mantenendo più o meno gli stessi ingredienti e spesso più di un paese se ne appropria la paternità. Nel caso della baciocca la diatriba fra ricette e paesi sfiora la faida familiare. Di casa in casa si sente “la vera ricetta è questa!“: le uova si, le uova no… la sfoglia sotto, la sfoglia sopra, la sfoglia no, l’aglio, la cipolla tanta …poca… quale sarà la verità? Anche le origini sono fantasiose: chi asserisce che le ragazze di paese più belle e brave nel comporla, fossero chiamate “baciocche“, chi dice che la sfoglia messa sotto sia di un impasto “matto” di farina e acqua e quindi “baciocco“. Il suo “areale” si sposta dal Levante ligure, all’Alta Val di Vara, ai confini con la Lunigiana a Prato SopraLaCroce, fino a spingersi nella Val Taro dove se ne fa un vero culto. Resta il fatto che le diverse versioni sono appunto diverse, fino a diventare una cosa completamente estranea una all’altra, fermo restando l’ingrediente principale: le Patate.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Noi di Biotigullio5Terre ci siamo ispirati alla ricetta di Lella, che ha imparato in Alta Val di Vara e che si differenzia poco da quella di Santa Maria del Taro dove da qui è trasmigrata.

Leggi tutto

Condividi:

Rosmarino. Sulla griglia uno scudo contro il cancro

rosmarino spezia bio tigullio 5 terre

Rosmarino. Sulla griglia, uno scudo contro il cancro

Indice:

Il Rosmarino è sempre di casa durante i barbecue. Il suo aroma robusto accentua il sapore intenso delle carni rosse. Gli artisti della griglia ne aggiungono una spolverata sulle carni da arrostire., lo incorporano alle marinate e gettano rametti di rosmarino sulle braci per infondere a bistecche e costine il suo aroma resinato con un tocco di affumicato. Esso tuttavia ricopre anche un’altra importante funzione benché poco nota e raramente riconosciuta: protegge la salute tenendo a distanza sostanze cancerogene sempre in agguato.

Un antiossidante di grosso calibro

Il “talento assassino” esibito dal rosmarino nei confronti delle sostanze cancerogene deriva da una speciale miscela di antiossidanti: l’acido rosmarinico, l’acido carnosico e il carnosolo. La combinazione di tali sostanze fa del rosmarino uno dei più potenti antiossidanti di questo pianeta. Ma il rosmarino può fare ancora di meglio: può far si che il nostro sistema immunitario non si indebolisca. Uno studio ha evidenziato che il solo atto di inalare dell’olio essenziale di rosmarino riduca i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, che danneggia e fa invecchiare le cellule da cui ne conseguono malattie cardiovascolari, il cancro, il morbo di Alzheimer e, naturalmente, il processo di invecchiamento. Leggi tutto

Condividi:

Fainà – Farinata di Ceci

farinata di ceci

La Farinata di Ceci

Indice:

Quando la farina di grano era un lusso, fin dai tempi dei romani, ecco che nacque la farinata. Oggi storia antica e tradizione vissuta si fondono, per ritemprarci e legarci inesorabilmente alla cucina ligure, istintivamente popolare, fatta prima di tutto per i meno abbienti, ma apprezzata e ricercata da ogni ceto sociale.

Tipica Ricetta Ligure

E’ la brezza marina che percorre vicoli e attraversa caruggi, inebria la città con il profumo forte e personale, quasi afrodisiaco, della farinata.

Leggi tutto

Condividi:

Torta Pasqualina con Bietole

torta pasqualina

Indice:

Torta Pasqualina

La Torta Pasqualina è una tra le ricette più rappresentative della cucina ligure. Il suo nome ha origine dalla sua preparazione, che avveniva nel periodo pasquale e vedeva la stesura di 33 strati di sfoglia in omaggio agli anni di Cristo. Nel tempo questa usanza è andata in disuso, senza però far perdere la bontà e l’unicità di questa torta salata, apprezzata sia dai genovesi, sia dai tanti turisti che la provano e, tornati a casa, non riescono a dimenticarla. La preparazione è molto semplice anche se un po’ lunga. Proponiamo qui le dosi per realizzare 6 veli di sfoglia, di cui 4 per la base e 2 per coprire il ripieno.

Recuperiamo gli ingredienti principali

Per la sfoglia occorre della farina, possibilmente, acquistata da produttori locali, per valorizzarne le proprietà e il gusto della ricetta (se siete dalle parti di Santo Stefano d’Aveto potete recarvi dall’Azienda Agricola Mooretti un amico di biotigullio5terre), sale q.b. e acqua.

Leggi tutto

Condividi: